Skip to main content

Gesù, un maschio alfa?

Di Cristian Nani È il prototipo della virilità. Il cosiddetto maschio alfa è l’ideale maschile inseguito da generazioni di uomini e di donne. E non esiste. Nemmeno in natura. La qual cosa mi fa sorridere se penso a quanti si bevono questa fandonia. Ho personalmente incontrato uomini e donne capaci di correre rischi pazzeschi nel loro normale cammino di discepoli e non avevano molto a che spartire con il maschio alfa. Se penso a Gesù, difficilmente lo immagino in quella… modalità. Mi si dirà che il modo in cui io mi immagino Gesù ha poca rilevanza. Giusto. Andiamo con ordine...

Continua a leggere

Un verso biblico, un’azione da completare

Di Angelo Currò, staff di Porte Aperte in Italia  Capita di ricevere notizie di cristiani che vengono scarcerati. Alle volte al completamento del periodo di detenzione inflitta, altre su cauzione. Poche volte senza spiegazioni apparenti. È da qualche mese che trascorro più tempo a pensare alle mie sorelle e ai miei fratelli nella fede che si trovano in carcere. Ne ho parlato durante le mie ultime visite alle chiese. In un incontro di preghiera, nella comunità che frequento insieme a mia moglie, abbiamo pregato per alcuni carcerati iraniani1, ricordando e citando i loro nomi. Si...

Continua a leggere

Stella del mattino

Gesù è la lucente stella del mattino, come viene definito nell’Apocalisse (22:16). Ai tempi in cui Giovanni lo scrisse, tutti conoscevano la stella del mattino. Canti, poesie, miti venivano dedicati a quella peculiare stella del firmamento che congiungeva la sera al mattino, la prima ad apparire nella volta celeste, la più lucente. Nello stesso capitolo, Giovanni riporta come Gesù si definisca l’alfa e l’omega, il primo e l’ultimo, il principio e la fine, ed è quindi probabile che quel riferimento alla stella del mattino fosse un rafforzativo per dire: “Nel firmamento delle...

Continua a leggere

La porta del non ritorno

Di Cristian Nani Avete mai sentito parlare della “Porta del non ritorno”? Siamo in Ghana, Africa, per la precisione nella città di Cape Coast, così com’è chiamata oggi, dove svetta una fortezza patrimonio dell’UNESCO. Nel 1600 era una roccaforte adibita a commerci e per anni fu utilizzata nella tratta transatlantica degli schiavi, poiché nei tunnel e nelle celle sotterranee vi imprigionavano uomini e donne africani prima di essere venduti e poi spediti oltreoceano. In quegli spazi bui, angusti e claustrofobici, migliaia di schiavi venivano stipati anche per settimane, nudi, affamati...

Continua a leggere

Il perdono e il Vangelo

Tratto da una puntata del podcast “Qui si fa sul serio” di Fede Pericolosa  “Avete inteso che fu detto: ‘Ama il tuo prossimo e odia il tuo nemico’. Ma io vi dico, amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano…” – Matteo 5:43-44 La Nigeria è divisa in due, dal punto di vista religioso. Sul lato nord vi è una maggioranza musulmana, sul lato sud invece la popolazione è prevalentemente cristiana. Lungo il confine che separa questi due gruppi, negli ultimi anni è stato versato molto sangue. Un pastore afferma: “Stiamo affrontando...

Continua a leggere

1 milione di Bibbie in una notte

Articolo tratto dall’edizione speciale 2022 del magazine di Porte Aperte/Open Doors IL PROGETTO PERLA Cina, inizio anni ’80 del secolo scorso – Tutto ebbe inizio con una richiesta di 30.000 Nuovi Testamenti. Mama Kwang si era ritrovata a guidare una rete di chiese in casa, dopo l’arresto di suo marito a causa della sua fede. Le Bibbie erano vietate in Cina, ma la Chiesa nascosta anelava la Parola di Dio. Così Mama Kwang chiese 30.000 Nuovi Testamenti per rispondere a un bisogno immediato, e questi furono introdotti di nascosto dai missionari di Porte Aperte in dieci giorni.“Grazie...

Continua a leggere

Consolati per consolare

Di Angelo Currò, staff di Porte Aperte in Italia  Probabilmente concordiamo tutti sul fatto che non sia corretto considerare le benedizioni, gli aiuti, i favori e la Grazia divina per le nostre vite in termini esclusivamente personali. È vero che Dio benedice noi, ma ci chiede anche di condividere quella benedizione con altri1. Non possiamo noi stessi moltiplicare la Sua benedizione, ma possiamo condividerla2. Questo sembra essere la strada intrapresa da una giovane donna del Brunei3. Rebel4 era solamente una ragazzina quando il padre morì. Fu costretta a crescere velocemente....

Continua a leggere